Manifesto

Un lavoro che mettiamo a disposizione di tutti, ma proprio tutti, non dei soliti partiti della sinistra. Leggetelo, criticatelo, miglioriamolo assieme, entriamo ancora più nel dettaglio delle proposte. Scriveteci come sempre a italia@possibile.com.
ip-web (1)

[vc_row][vc_column][vc_column_text css=”.vc_custom_1505572247684{margin-top: 20px !important;}”][/vc_column_text][vc_column_text]Un Manifesto per cambiare l’Italia, nel segno dell’uguaglianza. Lo presentiamo oggi, dopo mesi di lavoro passati per la Costituente delle idee e per il Politicamp, coordinati dal Comitato scientifico di Possibile. Un lavoro, però, che non si è limitato alla pur proficua discussione interna, ma che è stato arricchito dal confronto con intelligenze e esperienze che la politica non frequenta.

Il Manifesto insiste su un approccio globale (e non a caso comincia parlando della pace come ecosistema sul quale costruire tutte le politiche) che si declina al locale. Contiene proposte antiche e innovative, declina le migliori esperienze su scala internazionale, da Amsterdam (e non stiamo parlando di legalizzazione) al Canada (e non parliamo dei diritti LGBT) e così via.

Un lavoro che mettiamo a disposizione di tutti, ma proprio tutti, non dei soli partiti della sinistra. Leggetelo, criticatelo, miglioriamolo assieme, entriamo ancora più nel dettaglio delle proposte. Scriveteci come sempre a italia@possibile.com.

[LEGGI IL MANIFESTO DI POSSIBILE]

[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Post Correlati