Referendum costituzionale: quando, dove e come si vota

Domenica 4 dicembre 2016 si svolgeranno le consultazioni referendarie sul testo di riforma costituzionale promosso dal governo di Matteo Renzi. Qui tutte le istruzioni utili.

Dome­ni­ca 4 dicem­bre 2016 si svol­ge­ran­no le con­sul­ta­zio­ni refe­ren­da­rie sul testo di rifor­ma costi­tu­zio­na­le pro­mos­so dal gover­no di Mat­teo Renzi.

QUANDO

Si vota sola­men­te nel gior­no di dome­ni­ca 4 dicem­bre, dal­le ore 7.00 alle ore 23.00.

DOVE

7.998 Comu­ni han­no alle­sti­to, coor­di­na­ti dal Mini­ste­ro del­l’In­ter­no, 61.551 sezio­ni elettorali.

CHI

46.714.950 elet­to­ri, di cui 22.465.280 maschi e 24.249.670 fem­mi­ne. A que­sti si aggiun­go­no 3.995.042 elet­to­ri aven­ti dirit­to al voto per cor­ri­spon­den­za all’estero, di cui 2.077.455 maschi e 1.917.587 femmine.

COME

Per poter eser­ci­ta­re il dirit­to di voto pres­so l’ufficio elet­to­ra­le di sezio­ne nel­le cui liste risul­ta­no iscrit­ti, gli elet­to­ri dovran­no esi­bi­re, oltre ad un docu­men­to di iden­ti­tà, la tes­se­ra elet­to­ra­le per­so­na­le a carat­te­re permanente.

Se la tes­se­ra elet­to­ra­le è anda­ta smar­ri­ta o sono ter­mi­na­ti gli spa­zi per l’ap­po­si­zio­ne del tim­bro, si potrà chie­de­re una nuo­va tes­se­ra agli uffi­ci comu­na­li che, a tal fine, assi­cu­re­ran­no l’apertura al pub­bli­co nel­le gior­na­te di vener­dì 2 e saba­to 3 dicem­bre, dal­le ore 9.00 alle ore 18.00, men­tre dome­ni­ca, gior­no del­la vota­zio­ne, per tut­ta la dura­ta del­le ope­ra­zio­ni di voto (dal­le ore 7.00 alle ore 23.00).

LA SCHEDA

schermata-2016-12-03-alle-10-19-53

SCRUTINO

Lo scru­ti­nio dei voti ini­zie­rà nel­la stes­sa gior­na­ta di dome­ni­ca, subi­to dopo la chiu­su­ra del­le vota­zio­ni ed appe­na ulti­ma­te le ope­ra­zio­ni pre­li­mi­na­ri allo scru­ti­nio stes­so. Con­tem­po­ra­nea­men­te, si svol­ge­rà anche lo scru­ti­nio del­le sche­de vota­te per posta all’estero.

Fon­te: Mini­ste­ro del­l’In­ter­no

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

AIUTACI a scrivere altri articoli come quello che hai appena letto con una donazione e con il 2x1000 nella dichiarazione dei redditi aggiungendo il codice S36 nell'apposito riquadro dedicato ai partiti politici.

Se ancora non la ricevi, puoi registrarti alla nostra newsletter.
Partecipa anche tu!

Ultimi articoli

Anche ammesso che fosse condivisibile l’obiettivo di anticipare la conclusione del percorso scolastico, l’ipotesi della riduzione a quattro anni del ciclo secondario appare superficiale e semplicistica. In pratica, si tratterebbe di farcire in quattro anni gli studenti dei medesimi contenuti attualmente sviluppati in cinque.